4 ISOLE GRECHE PER 4 FILM CULT

Grecia e santorini

Culla delle prime civiltà greca e turca, le isole coprono un quinto del territorio della Grecia: sette arcipelaghi e quasi 5 mila tra isole e isolotti.

Casette bianche, mare turchese a perdita d’occhio, tramonti romantici, profumi mediterranei e rimandi mitologici offrono da sempre scenari perfetti per i turisti, ma anche ottime location per un set cinematografico.

Così, le abbiamo amate, desiderate e sognate attraverso film che ci hanno fatto scoprire angoli di paradiso nel grande blu. Med Drops vi propone un breve viaggio a Kastellorizo, Santorini, Cefalonia e Skopelos, protagoniste di 4 celebri film che le hanno offerte al pubblico come omaggio alla mediterraneità.

Kastellorizo

La piccola isola greca di Kastelorizo, ufficialmente Megìsti, è la più piccola ed orientale delle isole del Dodecaneso.

Abitata fin dai tempi antichi il nome di Kastelorizo deriva dal castello Kokkinocastro costruito nel XIV secolo dai Cavalieri di Malta. Nei soli 9kmq di superficie di Kastelorizo vivono attualmente circa 300 persone, nulla a paragone delle 15mila che ci vivevano quando l’isola aveva un fiorente commercio marittimo e le vicine città sulla costa turca erano ancora greche.

Kastellorizo
Kastellorizo
Mediterraneo
scena da "Mediterraneo"

Le spiagge più note e accessibili dalla terra, sono Mandraki, Faros e Plakes, molte altre sono invece raggiungibili solo dal mare. A Kastelorizo si trova anche la più grande grotta marina in Grecia, chiamata Blue Cave o Cave of Parasta. È una delle grotte marine più belle che si possano vedere nel Mediterraneo ed è possibile anche incontrare delle foche che vivono all’interno.

Questa meravigliosa isola è stata sconosciuta al turismo finché Gabriele Salvatores l’ha scelta come ambientazione del suo film Mediterraneo, vincitore del premio Oscar come miglior film straniero nel 1992. Il film riporta al giugno 1941, quando un gruppo di soldati italiani, stremati dai combattimenti, finisce su un’idilliaca isola greca, e dopo aver ottenuto la fiducia della pololazione entrano a far parte della comunità.

Oggi l’isola non è cambiata molto da quando Diego Abatantuono e Giuseppe Cederna litigano energicamente per un calcio di rigore su una spiaggia di sabbia finissima…

Santorini

Generazioni di giovani si sono rispecchiati in tre diciannovenni che partono per un viaggio della maturità che diventa un viaggio iniziatico dalla svolta esistenziale: la meta è Santorini, il film è Che ne sarà di noi di Giovanni Veronesi con Silvio Muccino, Violante Placido ed Elio Germano.

Santorini
Santorini
Che ne sarà di noi
Locandina "che ne sarà di noi"

A metà strada tra Atene e Creta, Santorini è l’isola greca per antonomasia, la Grecia del nostro immaginario, il gioiello turistico del paese. La sua forma, con la caldera al centro, è il risultato di un’eruzione vulcanica avvenuta 10.000 anni fa che fece affondare buona parte dell’isola. I suoi paesini di case imbiancate e cupole azzurre, aggrappati sulle alte scogliere dalle tinte rosso-brune, le sue spiagge di sabbia vulcanica e i suoi tramonti struggenti fanno da sfondo alle incertezze e alle complessità dei giovani protagonisti. Oggi Fira, la capitale, è una concentrazione di eleganti boutique e hotel di charme, e Oia, un affollato luogo turistico da cui contemplare il tramonto. Fuori dai due centri più frequentati, l’isola preserva ancora in parte la sua autenticità e passeggiando tra strette viuzze e case bianche, potrebbe ancora capitare di veder passare gli asini.

Cefalonia

Ormai ribattezzata “l’isola del capitano Corelli” dal film drammatico che l’ha rilanciata come star del turismo internazionale, Cefalonia (detta anche Kefallonia) è la più grande delle isole Ionie.
La storia de Il mandolino del capitano Corelli, il film diretto da John Madden, con Nicolas Cage e Penélope Cruz, si svolge durante la Seconda guerra mondiale, quando, a seguito dell’armistizio, i soldati italiani consegnarono le armi e furono poi trucidati dai nazisti.

Cefalonia
Il mandolino del capitano corelli
Scena da "Il mandolino del Capitano Corelli"

Il film racconta che l’unico a salvarsi fu Corelli, il capitano e abile suonatore di mandolino, che si era innamorato della bella isolana, già promessa a un pescatore, diventato poi partigiano.

L’isola, vanta una delle più belle spiagge della Grecia. Imperdibile al tramonto, Myrtos è una delle spiagge più belle del Mediterraneo, tanto da contendere alla Spiaggia del Relitto di Zante la palma di regina delle isole Ionie. Si tratta di una spiaggia meravigliosa che ha mantenuto intatte negli anni le sue peculiarità ambientali, soprattutto grazie alla sua non semplicissima accessibilità. Per raggiungerla, infatti, è necessario percorrere un sentiero di campagna lungo circa due chilometri nel piccolo villaggio di Divarata. In alternativa, via mare.

La sua costa, estremamente variegata, si estende per 237 km offrendo splendide spiagge di sabbia, ciottoli e ghiaia. Dai fitti boschi di abete sulle pendici del Monte Enos si passa ai paesaggi brulli a volte desertici, come nella zona di Lixouri. A nord, invece, si trovano dolci colline ricoperte di ulivi e cipressi mentre a sud, le piatte pianure costiere fiancheggiate dalle spiagge ricordano il vicino Peloponneso. Sull’isola si trovano anche affascinanti grotte di stalattiti e stalagmiti, nonché monasteri, fortezze veneziane e selvagge coste scoscese. 

Skopelos

La pittoresca isola di Skopelos, la più grande delle Sporadi settentrionali, è un’isola da sogno: la location perfetta per un film hollywoodiano.

E a Skopelos, infatti, con il nome fittizio di Kalokairi, è stato girato il film Mamma mia!, l’adattamento cinematografico dell’omonimo musical, basato sulle musiche degli Abba, con un cast di star come Meryl Streep, Amanda Seyfried, Pierce Brosnan e Colin Firth.

Skopelos
Locandina "Mamma Mia!"

Splendide spiagge, i monasteri antichi e taverne caratteristiche fanno da contorno al sogno di Sophie: conoscere suo padre e farsi condurre all’altare.

Così invita al matrimonio diversi compagni della mamma, Donna, proprietaria di un piccolo hotel dell’isola, che li esorta a ripartire, ma niente andrà come previsto.

È infatti in questa isola delle Sporadi che sono ambientate le scene in spiaggia, a Kastani beach, e quelle nell’hotel di Donna, situato vicino Glysteri beach, a nord di Skópeloscittà, così come la scena del matrimonio celebrato nella cappella di Agios Ioannis.

Stretta tra Skiathos e Alonissos, Skopelos è l’isola più popolosa dell’arcipelago delle Sporadi e la seconda più grande dopo Skyros. Il mito racconta che Skopelos fu fondata da Staphylos, figlio del dio Dioniso e di Arianna, figlia di Minosse, re di Creta. In antichità, fu nota come Peparithos, nome della sua capitale fondata dai coloni della Calcide nel punto in cui oggi sorge il capoluogo. 

Skopelos è una delle isole greche dalla natura più prospera e verdeggiante e fa parte del parco Nazionale Marino. Con un po’ di fortuna, è possibile incontrare delfini e foche monache.

ARTICOLI CORRELATI

Isole Eolie

5 isole italiane per film da sogno

Le isole del Mediterraneo sono da sempre muse ispiratrici di aedi, poi di poeti, scrittori e registi. Abbiamo già menzionato con Med Drops alcune isole

laghetto valle d'ayas

Laghi e laghetti

Quando si parla di vacanze, la mente corre subito alla storica diade mare o montagna, ma esiste una località senza tempo che riesce a soddisfare

Non perdere nessuna delle nostre esperienze mediterranee!