Al Méni: il circo del gusto

Al Meni

Tra il 18 e il 19 giugno Massimo Bottura ha portato in scena a Al Mèni, l’appuntamento romagnolo che fonde i sapori del territorio emiliano romagnolo con quelli nazionali e internazionali.

Sul palco, nomi blasonati dell’alta cucina, chef, artigiani, designer e produttori, per trasformare con mani e cuore le materie prime della via Emilia in capolavori gastronomici, tra show cooking e degustazioni.

A due passi dal lungo mare di Rimini, il tendone circense “Circo 8 e ½ dei sapori”, in onore di Federico Fellini, è il fulcro dell’iniziativa; ospita chef stellati, enoteca, conferenze e laboratori Slow Food. La mappa geografica del circo mercato si allarga attorno al tendone, per rappresentare la molteplicità di prodotti e produttori.

Circo dei Sapori

Il mercato di Al Méni propone le eccellenze dei prodotti enogastonomici territoriali, mentre corner allestiti offrono il meglio della produzione artigianale in formato street food gourmet.

Via Saffi 32, è il laboratorio di pasticceria e lievitati salati; Rimini è rappresentata da Quartopiano il ristorante riminese che da anni rappresenta la “terrazza sulla città”; Matrioska lab store è una preziosa capsule di 24 artigiani e designer selezionati e progetti unici che uniscono passione per il cibo e per il fatto a mano; Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini presenta l’eccellenza dei vini locali; i pescatori riminesi sono stati protagonisti con i loro piatti a base di fritto di pesce, spiedini di gamberi e calamari, risotto alla marinara e l’immancabile piada con la postazione ‘vista mare’ targata ‘Associazione Rimini per tutti’; non poteva mancare la Birra Amarcord che è tornata ad Al Mèni, oltre che con le loro birre più conosciute ed amate, con la loro nuova creazione: la “100% Italiana”, ottenuta da sole materie prime del Bel Paese e know how riminese; Gin Mare e Cuori Ebbri hanno firmato uno spazio innovativo dove sono stati proposti drink ideati appositamente per Al Meni.

si divertono a impiattare
gin mare
piatti circo sapori

Il tema della Mediterraneità, al centro. Laboratori, ricette, educazione alimentare e spesa consapevole. Gli chef hanno espresso la propria interpretazione della Mediterraneità, attraverso i loro piatti, la loro visione personale e professionale, che spesso ha giocato su abbinamenti tra ingredienti salini come la salicornia, sentori affumicati, erbacei, balsamici, e botaniche speziate.

Equilibri tra elementi spesso in contrasto, all’insegna della biodiversità, che toccano terra e mare percorrendo le coste alla ricerca costante di novità. Impiattamenti che appagano la vista, l’olfatto e il palato in un percorso multi-sensoriale spesso guidati dal tema comune di ridurre lo spreco alimentare.

uno chef che cucina

In questa cornice d’eccezione non poteva di certo mancare Gin Mare con cocktail freschi, botanici e agrumati a impreziosire l’atmosfera Amarcord dell’edizione 2022 di Al Mèni. Un sorso di mediterraneità in un luogo iconico come la riviera romagnola per immergersi nella Med Attitude autentica a fianco della gastronomia che più ci piace.

Il caldo del sole riminese, l’aria di festa e il pubblico di Al Mèni che al risuonare di “Venghino, Signori, Venghino!” accorre ad assaporare piatti d’autore.

Gli occhi curiosi di chi si avvicina per la prima volta a nuovi abbinamenti culinari, il sorriso soddisfatto di chi viaggia nel tempo e nello spazio arrivando oltreoceano boccone dopo boccone, il ricordo delle ricette della tradizione condite con innovazione e rivisitate in chiave sostenibile. Prodotti di qualità, mani sapienti e tanta passione hanno incantato anche quest’anno i visitatori.

 

chef parlano
suonatori al meni

ARTICOLI CORRELATI

Il grande mercato del Mediterraneo

“Ovunque vado, in qualsiasi città del mondo, la prima cosa che faccio è andare al mercato. Per sentire la città. Sono stato cresciuto così, andare

brocca di olio

L’oro giallo del Mediterraneo

L’olio extravergine di oliva è forse il prodotto che mantiene più stretto il legame con l’area mediterranea tra tutti quelli nati in questa zona: viene

Non perdere nessuna delle nostre esperienze mediterranee!