Il Mediterraneo? È un profumo… da bere

Rosmarino fiorito

La primavera in arrivo risveglia la natura e i suoi profumi che, lontano dalle città, si possono ancora riuscire a cogliere. Quelli in particolare che si respirano lungo le coste bagnate dal Mediterraneo grazie a una flora straordinariamente ricca in aromi e proprietà. E che, non a caso, qualche volta finisce pure per essere imbottigliata…

Sfondo Mediterraneo

A che cosa pensiamo quando parliamo di Mediterraneo? A un mare, ovviamente. 

A un film italiano di successo, forse. Ma anche a un susseguirsi di civiltà che hanno fatto di questo mare il loro baricentro: dai Fenici agli Egizi, dai Greci ai Cartaginesi per arrivare ai Romani. E ancora, alle isole e alle coste, dalle spiagge bianche della Sardegna ai faraglioni di Capri, dalla bellezza selvaggia delle isole greche o delle Baleari alla mondanità della Costa Azzurra. 

I riferimenti sono così tanti che, a volerli ricordare tutti, riusciremmo solo a lasciare dietro di noi qualche vuoto.

Almeno uno però, di questi vuoti, vorremmo provare a colmarlo anche in virtù di una stagione, la primavera, che ci viene in aiuto. 

Sono questi infatti i mesi del risveglio della natura, delle nuove gemme, dei primi fiori e nell’aria i singoli profumi si mescolano in un’unica fragranza. 

Che è quella della macchia mediterranea. Ovvero una composizione magica e unica al mondo di alberi e arbusti, piante aromatiche note a chiunque come il rosmarino, l’alloro, l’oleandro e il mirto insieme ad altre delle quali magari si ricorda il nome ma se ne sono dimenticati proprietà e usi. Come il lentisco, l’orniello e il corbezzolo ad esempio.

 

giardino mediterraneo

Piante che hanno una lunga storia e altrettanto lunga frequentazione con l’uomo. Il quale, nel corso dei secoli, ne ha compreso e sfruttato le potenzialità. Il lentisco, ad esempio, è un arbusto sempreverde con piccole bacche che maturano in inverno, cambiando dal rosso acceso al nero. Con queste si fa ben poco, ma il lentisco custodisce un segreto. 

Se si incide il tronco ne fuoriesce una resina che veniva un tempo usata come fosse una gomma da masticare, oggi invece quella del lentisco che cresce sull’isola greca di Chio, considerato della migliore qualità, trova il suo utilizzo nella preparazione di un liquore aromatico dolce, il Mastika. Perfetto da sorseggiare dopo cena, si dice possegga proprietà digestive, ma scoperto recentemente anche da alcuni bartender.

 

Piante mastika
raccolta della mastika

E se alloro e rosmarino trovano oggi spazio in numerosi gin insieme ovviamente al ginepro, le cui migliori qualità si trovano proprio nel bacino del Mediterraneo, sono altrettanto numerosi i liquori che si ottengono da altrettante piante della macchia mediterranea: in Sicilia si produce quello raro di manna, con la linfa ricavata da il frassino Orniello, in Sardegna il liquore di mirto è diventato ormai un’abitudine consolidata e quasi quotidiana, nella Marche il corbezzolo, diffuso soprattutto nella zona del Monte Conero, prende il nome di arbuto del monte e altrettanto viene chiamato il liquore al quale da vita. 

Gli esempi potrebbero continuare a lungo, soprattutto se si dovessero includere le piante da frutto tipiche delle sponde bagnate dal Mediterraneo, basti pensare al limone o al bergamotto, ma tutte concorrono a definire quel profumo che solo l’aria di questa area così vasta e, allo stesso tempo, così limitata, trafficata, industrializzata e, purtroppo, spesso inquinata permette, se lo si desidera, di respirare. 

Cercate questo profumo nell’aria, nella primavera ormai arrivata e nell’estate che incombe. E se proprio non lo trovate, almeno bevetelo.

 

 

bergamotto
limone

ARTICOLI CORRELATI

Il grande mercato del Mediterraneo

“Ovunque vado, in qualsiasi città del mondo, la prima cosa che faccio è andare al mercato. Per sentire la città. Sono stato cresciuto così, andare

brocca di olio

L’oro giallo del Mediterraneo

L’olio extravergine di oliva è forse il prodotto che mantiene più stretto il legame con l’area mediterranea tra tutti quelli nati in questa zona: viene

Non perdere nessuna delle nostre esperienze mediterranee!